Una volta avevo diciassette anni di Giuseppe Colzani

Una volta avevo diciassette anni

Una volta, che avevo diciassette anni ed ero quasi a forza partigiano,
trovammo nel perlustrare una cantina due fascisti.
Senza le armi son come scatole svuotate
e a noi due morti in più portavan niente.
Così li aiutammo a sparire a calcinculo.
Ma poi anni dopo uno lo incontrai che aveva una bambina
e mi guardò e mi disse:
“Ti devo la mia vita e lei”.
E io pensai che se avesse vinto lui la guerra
non ci saremmo stati né io né i miei due figli.

Leggi un’altra poesia sul 25 aprile 2021 – Anniversario della liberazione d’Italia 5 opinioni che non puoi permetterti di perdere